fbpx

Sonno agitato neonato 9 mesi

Il tuo bambino dorme bene? Si sveglia spesso di notte?

Sonno agitato neonato 9 mesi: scopri se il tuo bambino vive la nanna con la giusta serenità o se c’è qualcosa che gli impedisce di addormentarsi e dormire bene.

Sonno agitato neonato 9 mesi

A questa età, la maggior parte dei bambini dorme in totale dalle 10 alle 12 ore di notte. Tuttavia, molti di loro non dormono per tutta la notte, ma si svegliano nel mezzo.

Intorno ai 9 mesi i bambini affrontano il passaggio da tre a due sonnellini. Durante il giorno, due sonnellini (mattino e pomeriggio) di circa 1h30 ciascuno sono adatti alla maggior parte dei bambini di questa età. Per alcuni è anche sufficiente un pisolino più lungo di 1h30-2h30 e poi un pisolino più breve.

Tra gli 11 e i 12 mesi di età, molti bambini passano al pisolino di mezzogiorno, che dura circa 1h30-3h. Assicuratevi che il vostro bambino dorma abbastanza, perché il sonno è importante per il suo sviluppo.

Cercate di mantenere all’incirca le stesse ore di sonno (durante il giorno e la sera). Se questo non dovesse funzionare, potreste avere difficoltà a far dormire il vostro bambino la sera e potrebbe iniziare a svegliarsi più spesso. Naturalmente dovete essere flessibili se notate che il vostro bambino non è affatto stanco – potrebbe aver cambiato le sue esigenze di sonno ed è il momento di un nuovo ritmo. Allo stesso tempo, ci sono sempre fasi in cui i bambini hanno bisogno di più o meno sonno e anche questo è normale.

Come devo incoraggiare le buone abitudini di sonno?

Continuate a lavorare con le tecniche che voi e il vostro bambino avete imparato da quando aveva 6 mesi. Ma non preoccupatevi se non l’avete ancora fatto, i principi sono gli stessi:

  • Mantenete una routine costante durante la notte. Sia voi che il vostro bambino beneficerete della routine della messa a nanna ogni sera.
    Per esempio: giocate a un gioco tranquillo come un gioco con le dita o un puzzle, fate il bagno (non fare il bagno più di una volta ogni tre giorni), leggetegli una favola della buonanotte.
  • Coccolatevi con il vostro bambino, cantate una ninna nanna
  • Accarezzatelo per qualche minuto e dategli il bacio della buonanotte
  • Abbassate le persiane insieme, accarezzate i peluche per dare la buonanotte o recitate le preghiere dei bambini, sono anch’essi elementi adatti del rituale serale. Seguite lo stesso rituale per addormentarlo ogni sera. Il vostro bambino trarrà beneficio dalla coerenza e si sentirà più sicuro sapendo cosa sta arrivando.

Mantenere una chiara routine quotidiana

Andare a letto sarà probabilmente più facile se il resto della routine quotidiana del vostro bambino è abbastanza costante. Questo non significa, ovviamente, che ogni giorno debba essere lo stesso. Ma fate attenzione a non prendere troppi appuntamenti per il vostro bambino e a non fare troppe cose come troppe visite, lunghi viaggi di shopping nei supermercati, ecc.

Fare un pisolino, mangiare, giocare ed essere messi a letto più o meno alla stessa ora ogni giorno può aiutare molto il bambino a dormire.

Date al vostro bambino la possibilità di addormentarsi da solo. L’orario della messa a nanna dovrebbe essere tra le 19 e le 20.

Se non volete che il vostro bambino vi svegli troppo spesso dopo la nascita, dovreste iniziare a praticare una certa indipendenza nell’addormentamento dai 3 ai 4 mesi circa. Una volta abituato ad essere cullato o nutrito per addormentarsi, potrebbe avere difficoltà a riaddormentarsi la notte senza questi ausili e probabilmente piangerà quando si sveglierà la notte.

Che tipo di problemi di sonno sperimentate a questa età?

Se il vostro bambino è sano e di peso normale, potrebbe teoricamente superare un’intera notte senza bisogno di latte. Tuttavia, molti bambini non riescono a farlo perché dopo un po’ di tempo hanno ancora fame e non dormono bene a stomaco vuoto. Inoltre, la maggior parte dei bambini non si sente al 100% sicuro senza chi si prende cura di loro, ed è per questo che una notte intera senza mamma o papà gli sembra troppo lunga. Hanno bisogno di vicinanza per sentirsi di nuovo al sicuro.

Scoprite come potete conciliare le esigenze del bambino e dei genitori nel modo più flessibile possibile. Molti genitori lasciano che il loro bambino si addormenti nel proprio letto, poi cercano di calmarlo di nuovo quando si sveglia per la prima volta, e poi lo portano a mangiare quando si sveglia per la seconda volta o si sdraia su un materasso vicino al lettino. Quest’ultimo è un ottimo modo per abituare delicatamente il bambino al proprio letto.